Recensione: Diurno Imperfetto di Matteo Bertone

20:42:00


Si vede che l'estate mi incoraggia a leggere, perché sto masticando un libro dietro l'altro, con conseguenti accumuli di recensioni da scrivere...Questa volta è il turno di Diurno imperfetto di Matteo Bertone, edito dalla casa editrice Nero Press , che mi ha gentilmente inviato il libro per la lettura :)


DIURNO IMPERFETTO
di MATTEO BERTONE


Casa editrice: Nero Press
Genere: horror, dark
202 pagine
Prezzo edizione cartacea: 13,00 euro
Prezzo edizione digitale: 2,99 euro
ISBN: 978-88-987390-9-7

Durante una delle noiosissime serate di poesia organizzate da Vera, la sua compagna, una strana bambina, mai vista e pure un po’ inquietante, lo punta e gli predice la morte. Così iniziano le intricate avventure del giovane farmacista che dopo quel bizzarro episodio si ritrova vittima delle insane macchinazioni di una congrega di presunte vampire che lo trascinano in un universo fatto di rituali orgiastico-dionisiaci consumati nell’oscurità di misteriosi goth club, dove la musica dark e le sonorità anni Ottanta riportano a galla ricordi sopiti nella parte più recondita della sua coscienza. E in quei ricordi è nascosto un segreto che tutti, tranne lui, sembrano conoscere o per lo meno intuire. Il professor Follini, cliente abituale della farmacia in cui lavora, insiste per tenergli lezioni sul vampirismo. Il suo psicologo, Fungo, diviene ancor più sibillino e sfuggente del solito. Una vecchia poetessa arcigna e presuntuosa, amica di Vera, sembra sapere qualcosa di lui che egli stesso ignora. Arriverà la bella e misteriosa Cassandra ad aiutarlo nella ricerca delle sua vera natura, conducendolo per mano – una mano a tre dita – fino alla rivelazione finale.

…la follia che ci mantiene in vita, più di ogni altra cosa.






Il libro di Matteo mi ha colpita soprattutto perché tratta di un tema che, sì, spesso è trito e ritrito, con miriade di romanzi sull'argomento, film, serie tv, ma che pur sempre è un tema interessante: il vampirismo. Con la premessa che qui non troveremo nessun vampiro sexy alla Buffy e company (non che io non abbia languidamente sbavato su Spike in passato ^^') o vampiri che scintillano come i Cullen vari. In questo libro, la figura del vampiro è molto particolare, si manifesta piano piano sino alla rivelazione finale. Pertanto, scordatevi zanne, paletti o oggetti simili. Piuttosto, leggendo il libro, entriamo fin da subito in un'ambientazine gotica, dark, molto surreale, accompagnata dalle note delle più famose canzoni che hanno segnato gli anni Ottanta (The Cure, Depeche Mode...).

Il protagonista, dopo aver accompagnato la fidanzata Vera all'ennesima serata sulla poesia, riceve la visita della nipote dei padroni di casa, che gli predirà la sua morte. Come se non bastasse a incupirlo, per puro caso egli finisce anche in un locale dark, il Buco Nero, dove assisterà sulla propria persona a un vero e proprio rituale orgiastico, organizzato da una congrega di ragazze e donne che si proclamano vampire e che lo additano come eletto. Da lì, comincia un vortice di avventure che lo porteranno, alla fine, alla scoperta della sua vera natura, in un crescendo di azioni sempre più concitate.

La realtà è sempre più lontana. Il mio corpo rilassato ed eccitato. Come se non fosse più mio. Come se avessi atteso quel momento tutta la vita. Tutto precipita in pochi istanti scanditi dalle luci, come una sequenza di immagini oniriche.






Ho molto apprezzato lo stile di scrittura di Matteo, che con un tratto spesso umoristico riesce a catapultare il lettore in un mondo dark, surreale, spesso anche inquietante. Tuttavia, ritengo che in questo romanzo vi sia anche qualcosa di più profondo, ossia la crescita personale del protagonista. Qualcosa di più "intimo", che non ha nulla a che vedere con i vampiri ma che è insito nel protagonista, il quale, piano piano, si rende conto di non appartenere alla realtà che lo circonda e di aver nascosto al mondo e a se stesso la sua vera natura da anni, ormai, solo, forse, per farsi accettare da tutti, per tentare di trovare il suo posto tra la gente. E' una sorta di tensione verso l'ignoto, verso lo sconosciuto, verso qualcosa che non è banale e quindi non viene accettato, che lo spinge a incrociare la strada con le donzelle del Buco Nero e a fare sempre più sfrenate ricerche sul vampirismo, spronato da personaggi come Fungo, il suo psicanalista, che sembra nascondergli qualcosa, e il signor Follini, cliente habitué della farmacia dove lavora, che pretende di sapere tutto sui vampiri. Quando, poi, incontra anche l'enigmatica Cassandra, che dice di amarlo da anni, le cose non possono che complicarsi.
Da un lato, il mistero, la pulsione verso il vampirismo e il mondo dark e dell'ignoto.
Dall'altro, la tenacia con cui la fidanzata Vera e il suo circolo di poetesse in erba cercano di tenerlo aggrappato al loro mondo, il mondo "normale", banale, forse un po' bigotto.
La musica nell’abitacolo è New Life dei Depeche Mode e io, 
dopo la notte al Buco Nero, non sono più quello di prima. 
O forse sono tornato ad essere me stesso.






In conclusione, "Diurno Imperfetto" è un libro che ho molto apprezzato. Mi è piaciuto molto anche come l'autore abbia voluto creare una vera e propria soundtrack del romanzo, intitolando ogni capitolo con una canzone diversa, e inserendone molte nella narrazione, come se il libro fosse un film, e ogni scena avesse una sua canzone precisa. Un romanzo, quindi, che va letto ma anche ascoltato, per entrare ancora di più nel mondo dark creato dall'autore.
Un occhio di riguardo anche per la copertina, molto semplice ma al contempo accattivante, che rispecchia i contenuti trattati nel romanzo.

Il mio voto:

Ti potrebbero anche piacere

4 commenti

  1. Ciao :) bella recensione..m'ispira molto..
    Ti ho invitata a un link party, se ti interessa questo è il link: http://animescritte.blogspot.it/2015/07/linky-party-new-blogs-new-friends.html

    Un saluto! :)

    RispondiElimina
  2. Grazie :D Partecipo volentieri :D

    RispondiElimina
  3. Non è uno dei miei generi di libri preferiti - ne ho abbastanza di saghe con streghe vampiri & C.
    Però bella la tua recensione.
    Se ti interessa un'altro link party ti suggerisco questo organizzato a più mani da diversi blogger http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/2015/07/gruppo-facebook-blogger-per-passione.html
    Un saluto buona giornata e migliore settimana !

    RispondiElimina
  4. Grazie, Arwen, per la segnalazione! Per il momento mi sono solamente iscritta al gruppo come lettrice..appena avrò un minuto di tempo mi farebbe molto piacere partecipare attivamente :D Buona serata!

    RispondiElimina

Post popolari

Partecipo a:

Riconoscimenti

In classifica
siti web
VOTA IL MIO BLOG SU NETPARADE!
anticocalamaio.blogspot.it

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autrice non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Altre fotografie, invece, sono di proprietà dell'autrice del blog, che non è responsabile, inoltre, dei siti collegati tramite link né del loro contenuto, che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Subscribe